L’antica città armena di Ani inclusa nella World Heritage List

L’antica città armena di Ani inclusa nella World Heritage List L’UNESCO, durante la 40esima sessione che si sta svolgendo ad Istanbul dal 10 al 20 luglio, ha inserito l’antica città medievale di Ani nella lista delle città da preservare come eredità mondiale. Come descritto nel sito dell’UNESCO, la città di Ani riesce a combinare diversi elementi … Continua a leggere L’antica città armena di Ani inclusa nella World Heritage List

Ravished Armenia – L’Armenia Rapita (1919)

Ravished Armenia – L’Armenia Rapita (1919) Ravished Armenia (L’Armenia Rapita, nella versione britannica Auction of Souls, La Vendita delle Anime) è un film del 1919 basato sul libro autobiografico omonimo del 1918, scritto da Arshaluys (Aurora) Mardiganian, la quale recita nel film come protagonista. Il film, che racconta la storia del Genocidio Armeno del 1915 … Continua a leggere Ravished Armenia – L’Armenia Rapita (1919)

Chiesa di San Biagio – Dubrovnik (Ragusa)

La Chiesa di San Biagio (Sveti Vlaho o Blaz, 1706-1714) è dedicata al santo patrono della città di Dubrovnik, San Biagio di Sebaste (nell’Armenia storica), costruita su progetto dell’architetto veneziano Marino Groppelli.  La chiesa è in stile barocco e vanta un’ampia scalinata, un maestoso portale e diversi elementi del barocco fiorito. All’interno della chiesa si … Continua a leggere Chiesa di San Biagio – Dubrovnik (Ragusa)

Lettera di Talaat – 24 aprile 1915

Lettera di Talaat – 24 aprile 1915 Testo bilingue: Italiano – English Direttorato Generale dell’Organizzazione Nazionale di Polizia 3052 Segretario Privato Al Comandante in Capo dell’Esercito Ottomano Di seguito la copia della nota dall’Ufficio del Primo Ministro all’Ufficio del Comandante in Capo Sua Altezza i Comitati Armeni, con le loro organizzazioni politiche rivoluzionarie, hanno a lungo perseguito … Continua a leggere Lettera di Talaat – 24 aprile 1915

Shusha/Shushi, Nagorno Karabakh. Città del trionfo e del dolore.

Di Cinzia Robbiano (occhimentecuore) Nel  XIX secolo Shusha/Shushi era una delle più grandi città del Caucaso, la più grande dopo Tiblisi, più grande e prosperosa di Baku e Jerevan.  Posta al centro di una rete di strade percorse da carovane, aveva 10 caravanserragli. Vi si trovavano più di 20 tipografie, vi venivano stampati 5 giornali, … Continua a leggere Shusha/Shushi, Nagorno Karabakh. Città del trionfo e del dolore.