Nagorno-Karabakh: il Genocidio infinito

I Diritti Umani calpestati dall’Azerbaigian Legislazione internazionale per i diritti umani VS attacco azero in Karabakh La legislazione internazionale per la difesa dei diritti umani proibisce l’attacco indiscriminato verso obiettivi non esclusivamente di tipo militare o l’utilizzo di metodi di combattimento che non possono essere diretti a specifici obiettivi militari. (Protocollo addizionale alla Convenzione di … Continua a leggere Nagorno-Karabakh: il Genocidio infinito

Tre incontri con la spiritualità armena

Tre incontri con la spiritualità armena Autore: Nadia Pasqual (fonte originale dell’articolo indicata in calce) Questa settimana vi segnalo tre incontri da non perdere con il prof. Boghos Levon Zekiyan, armenologo di fama internazionale, che nel 2014 è stato nominato Arcivescovo degli armeni cattolici di Istanbul e Turchia da Papa Francesco. Nato in Turchia, il prof. Zekiyan ha vissuto per quasi … Continua a leggere Tre incontri con la spiritualità armena

Karabakh, notizie dal fronte

Notizie sulla situazione in Karabakh (6 mag 16) LE FORZE AZERE IN STATO DI ALLERTA “FORTE DIFESA” – Per la prima volta dagli ultimi venti anni le forze armate azere avrebbero ricevuto il comando di stato di allerta “forte difesa”. Lo riferisce il vice Primo Ministro dell’Armenia, Davit Tonoyan, ripreso dall’agenzia “Armtimes“. Nei giorni scorsi … Continua a leggere Karabakh, notizie dal fronte

Sopravvissuti al Genocidio, 1920, Aleppo

Sopravvissuti al Genocidio, 1920, Aleppo, Siria L’educazione dei bambini armeni, figli dei sopravvissuti al #GenocidioArmeno, ad Aleppo, nel 1920. The education of the children of #Armenian survivors of the #ArmenianGenocide in #Aleppo, 1920s 1920-ականներ, Հայոց ցեղասպանությունը վերապրածների կրթությունը Հալեպում Fonte qui. Continua a leggere Sopravvissuti al Genocidio, 1920, Aleppo

La fuga dei codardi

La fuga dei codardi È il 4 novembre 1918. Il giornale turco Ikdam annuncia in prima pagina la fuga all’estero dei tre principali responsabili del Genocidio Armeno, Talaat, Enver e Djemal. Talaat Pasha riesce a fuggire in Germania il 3 novembre 1918, grazie ad un sottomarino tedesco partito da Costantinopoli. Continua a leggere La fuga dei codardi